Home » Eventi

Il mito della pittura labronica - Dipinti dalla Collezione Marras Meloni

Soprintendenza per i Beni architettonici paesaggistici storici artistici ed etnoantropologici per le province di Sassari e Nuoro

Sassari, Pinacoteca Mus'a al Canopoleno

Mostra, dal 15 luglio 2014 al 15 settembre 2014

Orario: 18.00

R. BarlacchiRenato Barlacchi, Otto Valori, Alberto Caligiani, Basso Ragni, Giulio Salti, Silvio Di Volo, Mario Bucci, Angiolo Volpe, Mario Zei, Nello Giovannelli sono gli autori delle opere esposte per la prima volta al pubblico e riconducibili ai decenni centrali e alla fine del Novecento, facenti parte della seconda cospicua donazione fatta allo Stato nel 2011 dal prof. Vincenzo Marras in memoria dei genitori. Esse forniscono una significativa visione d'insieme dell'arte contemporanea toscana in dipendenza da quelle che furono le istanze del Gruppo Labronico, che, nato nel 1920 grazie a un gruppo di validi artisti operanti a Livorno, ne animò una delle stagioni più feconde di dibattito culturale.

Il Gruppo opera fino agli anni della seconda guerra mondiale, mentre durante il resto del Novecento il suo ruolo va pian piano mutandosi. Si apre allora un periodo di progressiva perdita di identità e al tempo stesso di fermento interno; col nuovo statuto dell'Associazione adottato nel 1999 vengono introdotte, insieme a pittura e scultura, tutte le arti visive in genere; questa apertura, assolutamente impensabile fino alla prima metà degli anni Novanta, prospetta interessanti novità e nel 2000, in occasione del suo ottantesimo compleanno, permette al Gruppo Labronico di presentarsi al nuovo secolo in tutto il suo rinnovato vigore.

Vai alla ricerca

Menu contestuale